sabato 26 luglio 2008

SPINGENDO LA NOTTE CON TRE UOMINI IN BARCA SENZA PARLARE DELA CANE











Ieri sera ho finito di leggere Spingendo la notte più in la, di Mario Calabresi, molto bello, lo consiglierei a tutti quelli che vogliono sapere qualcosa degli anni cosiddetti di piombo, mi sembra giusto iniziare dal libro scritto da una persona, che per colpa di un clima politico e sociale avvelenato abbia perso il papà. E' molto bello, non cè rabbia, no cè senso di vendetta, solo il senso della giustizia. Finito di leggere il libro di Calabresi, mi sono messa ha leggere tre uomini in barca ( senza parlare del cane), e mi sono resa conto di quanto i due libri siano distanti l'uno dall'altro e di quanto poco la cosa mi disturbi. Un caro amico di famiglia una volta mi ha visto andare via da casa dei miei con due libri, ed è rimasto scioccato perchè uno era Lo Smeraldo di Mario Soldati, e l'altro era Harry Potter e la pietra filosofale, e lui ha detto " Come cavolo fai a leggere Mario Soldati e poi Harry Potter ? !"
Ci ho pensato a lungo a quello che mi ha detto, non so trovare una risposta, mi viene naturale fare così, saltare senza problemi da un libro ad un altro, ( con argomenti completamente diversi) , magari senza farlo apposta stempero le emozioni di un libro impotartante come quello di Calabresi con un libro per ragazzi, che so già essere molto divertente, mi sono sempre chiesta se non sia un segno di superficialità..... e devo dire che il dubbio mi è rimasto !!
Per inciso devo dire che Lo Smeraldo di Mario Soldati, mi ha deluso, l'idea di fondo del libro ( il mondo diviso da una linea a metà tra nord e sud è sempre terribilmente attuale) ma l'ha scritto come se avesse fretta di finirlo, senza sviluppare veramente la storia, senza entrarci dentro veramente... ricordo che i miei mi avevano parlato a lungo di questo libro,e io per tanti anni avevo favoleggiato su come sarebbe stato bello leggerlo.... poi riesco finalmente a trovarlo....e che delusione, e stata una delle peggiori della mia vita, ( peggio di un tradimento di un partner) forse, perchè d aun partner te lo aspetti ma da un libro......

2 commenti:

Roberta ha detto...

ho letto anche io spingendo la notte in la...e l'ho trovato stupendo...l'ho letto in un giorno. L'ho trovato romantico...bè romantico a modo suo, ma calabresi parla di suo padre (e nn solo) in modo come dire...perfetto...perfetto va bene? adoro questo libro e lo leggerei e rileggerei mille volte

Pipoca ha detto...

E chi l'ha detto che i libri comici debbano essere peggiori dei libri seri? E' una stramberia di quei finti intellettuali che si sentono intellettuali solo perché disapprovano certi libri?

La letteratura senza comicità sarebbe come la vita senza l'ilarità.