venerdì 12 settembre 2008

FELICITA' RAGGIUNTA

Come avrete visto sulla colonna a destra, ho trascritto il testo della mia poesia preferita, ci ho pensato a lungo, perchè secondo me le poesie sono rivelatrici del'animo, e dunque facendovi sapere qual'e la mia poesia preferita vi stavo mostrando una parte del mio animo. Mi sono decisa perché questa poesia a mio parere è talmente bella che non può stare nascosta a lungo, non è tra le più famose d Montale, ma trovo le sue parole molto vere.... la felicità raggiunta si cammina sul fil di lama... no e forse vero che appena raggiungiamo la felicità è tanto effimera che ci sembra di essere in bilico su di un filo o su di una lama... appunto.
Al piede teso ghiaccio che si incrina.... così forte all'apparenza eppure così fragile.
Mi piace molto anche l'ultimo verso.. ma nulla paga il pianto del bambino cui fugge il pallone fra le case.... nulla paga il pianto del bambino... non ci stringe sempre un po il cuore a vedere un bambino piangere... fosse anche solo per un capriccio....

L'unica cosa che non mi riesce di capire è "CIMASA", si perchè in qualsiasi vocabolario la parola cimasa è associata ad un elemento architettonico e quindi... non capisco cosa centri con un nido...
come direbbe Hannibal Lecter: STUPITEMI CON LA VOSTRA SAGACIA... ditemi vi prego cosa sono le cimase nella poesia di Montale?

17 commenti:

Erica ha detto...

Non ne ho la più pallida idea di cosa possono essere le cimase. Però la poesia è veramente bellissima! Per quel che riguarda il discorso di ieri, si, anche io mi trovo in conflitto con i jeans in questi ultimi tempi... troppo bassi e troppo stretti... infatti mi metto jeans che avrò comperato almeno 5 o 6 anni fa quando la vita era un pò più alta! Non è carino per una lady mostrare il didietro! Baci!

Clorophilla ha detto...

Bellissima!Se scopro cosa sono non tarderò a fartelo sapere!Hi Hi!

lisa_lilly ha detto...

non so cosa possa significare mi dispiace ma volevo comunque dirti che la poesia è davvero molto bella..ciao!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ammetto che non ho certezze al riguardo. Anche dal contesto non si riesce ad avere un'idea precisa.

Conoscevo questa poesia di Montale, è stupenda.

PS: qui i post nascono alla velocità della luce lol!!! Ci sono un sacco di post nuovi (che ho letto mettendomi in pari diligentemente lol) scritti in tempi brevissimi!!! Ed io che mi piccavo di essere tra quelli che lo aggiorna più frequentemente LOL!

AndreA ha detto...

Montale si riferiva ai ..

nidi "sui cornicioni o grondaie"...

Un bacio, a presto! :-)

AndreA ha detto...

,,, [...] di nulla!! ;-)

Un bacio....

Mitsuki ha detto...

Mmmmh... ho fatto una ricerca su google, le cimase sono una parte di architettura, mi pare la cima delle colonne o cose simili, ma su wikipedia dice che in cima ci sono dei fori per l'acqua piovana che venivano "mimetizzati" da statue tipo leoni... Magari intende i nidi come "alloggio per queste statue", cioè il posto per queste statue che danno turbamento se le si osserva... Ma questa è un'interpretazione personale... Comunque bella la poesia... e il mio inglese è scarso poichè non ho mai avuto un profe stabile e capace di insegnarmi qualcosa; anche alle medie il profe che avevamo non lo ascoltava nessuno...

Mitsuki ha detto...

Ma mi sa che ha ragione Andrea, ma sai com'è, io fuggo dall'ovvietà XD

Chantilly ha detto...

sperando che se sbaglio non ti comporterai come il lecter di cui sopra, e dopo una ricerca veloce ecco la mia interpretazione: la cimasa è anche sinonimo di "coronamento" in architettura. è la parte superiore, sporgente e decorata, dei portoni. con le sue decorazioni spesso a forma di leoni, ma anche di fiori, faceva scolare l'acqua piovana sui lati della porta/portone. dunque il nido è elemento turbatore perchè non c'entra con il decoro, ma dolce perchè ha trovato un riparo alla pioggia.
argh ho visto ora che mitsuki è arrivata prima di me. c'è un exequo? alla quale delle due mangerai il fegato con il chianti?

Chantilly ha detto...

ma che signigica sto LOL?
firmato: vecchia ignorante

calendula / trattalia ha detto...

@ Erica: ecco appunto!!
@ Clorophilla: hi hi hi
@ Lisa : si è veramente bella
@ Daniele: grazie grazie... cosa è LOL ?
@ Andrea: rigrazie
@ Sara: sono convinta che quest'anno migliorerai...avete ragione tutti e due
@ Chantilly: ex equo con Sara.... il fegato buonissimo ma io preferisco l'acqua minerale... sono astemia...
per quanto riguarda LOL... adesso chiedo all'interessato... mi hai messo una curiosità addosso

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

LOL lots of laughs! Un sacco di risate.

PS: ma commentarmi il post no eh LOL e triplo LOL!

Pipoca ha detto...

Anch'io la so come Andrea: son quelle parti dei cornicioni dei palazzi dove fanno il nido e funzionano un po' da tetto (per il nido).

Bello che tu abbia messo una poesia di Montale oggi, che sono 27 anni precisi che è morto...

Morto si fa per dire, che se siamo qui ora a discuter di lui, potremmo anche dire che è immortale.

P.S. Condivido l'amore per questo poeta.

Bruno ha detto...

????????
bohhhhhhhh... :-((
ciao buon week end....

Silvia ha detto...

Non so cosa siano le cimase... ma la poesia è davvero fantastica!!!

;-)))

Pellescura ha detto...

Una signora poesia.

alice ha detto...

non lo so ma la sto facendo per compito a scuola, magari, visto che le cimase sono elementi architettonici, intende i nidi che sono costruiti sotto questi elementi... altrimenti proprio non lo so!