venerdì 22 agosto 2008

IL BALENOTTERO COLIN


C'era una volta una piccola balenottera, un maschietto per la verità, nuotando allegramente nell'oceano perse la strada, e non riusci più a comunicare con la sua mamma, disperato nuotò tanto sempre più stanco e affamato, fino a che arrivò ad una barca.. era una bella barca grande con le vele, Colin ( così si chiamava il balenottero )decise che quella era la sua mamma, e cercò di farsi allattare.. ma inutilmente, rimase sempre vicino alla barca, mentre uomini donne, e bambini cercavano di aiutare Colin a ritrovare la strada di casa....ma Colin senza mangiare da molti giorni aveva bisogno di latte, e allora dei signori inventarono un biberon gigante, ma Colin sempre più stanco e confuso rifiutava il cibo.... arrivò un signore con dei segni bianchi sulla faccia, era un sussurratore di balene... parlò con Colin ma non riuscì a farsi capire.

Gli uomini che avevano cercato di salvarlo decisero di non volerlo vedere morire di fame, e gli fecero un'iniezione che lo addormentò per sempre.... molte persone piansero, Calendula che tanto aveva sperato pianse tanto tanto, e ancora si chiede come mai gli uomini riescono ad andare sulla luna, a distruggere interi paesi solo con una bomba, a debellare malattie... ma non riescono a fare nulla per salvare un cucciolo solo e spaventato......

9 commenti:

Darjo ha detto...

passo per un salutino veloce...
buona giornata

Chantilly ha detto...

è vero che è triste per il ballenotero, ma sinceramente, cosa ti aspetti dagli uomini (in generale)? ma se lasciamo morire di fame bambini in giro per il mondo senza versare tante lacrime.
Almeno a finito di soffrire.
Ma limitare il passaggio dei battelli che con il loro inquinamento accustico hanno causato la perdita dell'animale, non dico sempre, ma almeno durante la stagione della migrazione delle balene?

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Bisogherebbe risolvere il problema alla radice come dice chantilly. L'inquinamento acustico è deleterio per quei poveri animali.

stella ha detto...

Commovente!

TERESA VARGAS FERIA ha detto...

Negli anni 1970, l'industria pollock in Alaska estesa a diventare il più grande della pesca in tutto il mondo. Intorno allo stesso tempo, leoni marini hanno cominciato a scomparire. Nonostante altri possibili fattori - come ad esempio l'inquinamento, le balene Humpback impoverendo le loro principali fonti di cibo, predazione o di orche - molte persone pensiero della pesca sono state catturate con la pistola fumante. Dopo un luglio 2000 sentenza della Corte distrettuale federale, la nazionale per la pesca marittima Service ha annunciato che avrebbe chiuso tutte le attività di pesca delle Pollock, Pacifico merluzzo bianco, e Atka sgombro in gran parte dei leoni marini 'critici di habitat. Ma che cosa sono stati i costi di questa decisione? Ed è la soluzione per la scomparsa di Steller's leoni marini davvero così semplice.
I hope that this well.

teresa

Pipoca ha detto...

e pensare che succede anche con le persone ... anche per quelle che non si son perse, ma ci fanno credere di sì ... senza nemmeno provarci a dargli da mangiare.

Che nei films americani hanno proibito di far vedere i cani morti o che stanno per morire, sennò si feriva la morale sociale.
Ma nei films americani, di persone morte o che stanno per morire o che muoiono in una maniera atroce, di quelle ce ne son tantissime, che quelle tanto la morale comune non la feriscono.

Che ai bambini sì la pornografia viene vietata, ma la pistola, in fucile, i soldatini, il robot distruttore, lo sterminatore, quelli no, non sono vietati, che van bene.

Erica ha detto...

Mi hai quasi fatta piangere con questa storia... è vero, di fronte a certe cose siamo impotenti... Dovremmo rispettare di più chi occupa questo pianeta insieme a noi. Ma del resto non abbiamo ancora rispetto per quelli della nostra stessa razza quindi...
C'è ancora molto da fare..

Clorophilla ha detto...

Anch'io ho parlato di Colin e ho pianto sia per la sua soppressione che per l'ignoranza di una specie che con la natura e gli animali sembra che non sappia davvero averci a che fare, comunque bell'articolo, brava!

Roberta ha detto...

SON TORNATA!!!!
E mo non me ne vado piùùùù...contenta???
sono stanchissima mi sento ancora dondolare,,,sarà l'effetto della nave e l'effetto del vaporetto di venezia :)

mi sei mancataaaaaaaaaaaaaa