domenica 22 maggio 2011

BALLOTTAGGIO A CAGLIARI

Durante il primo turno delle comunali a Cagliari il Conte è venuto a sapere che c'erano persone che avvicinavano i giovani delle case popolari e offrivano 50 € per un voto.... non mi permetto di dire di quale schieramento non avendo prove concrete, stamattina facendo una passeggiata al Poetto mi sono imbattuta in una simpatica signora, abbiamo iniziato a parlare di politica e mi ha detto che a saputo che nel quartiere popolare più grande di Cagliari dei tizi sono andati e hanno comprato bombole e hanno fatto la spesa per comprare voti, hanno letteralmente fatto piovere spesa e bombole del gas ( che a Cagliari costano 10 € in più rispetto alla medi nazionale non si capisce perché), vi dico solo che ha quanto si è capito sino a che non sono arrivati i risultati del seggio delle case popolari incriminate, chi era in vantaggio era moooolto più in vantaggio rispetto al risultato finale.............
la cosa che più mi infastidisce e che la gente non si sia indignata non abbia denunciato la cosa, nulla si sono prostituiti per 50 € per una bombola del gas e per una busta di spesa, e vi assicuro che la maggior parte delle persone che vivono nelle case di cui parlo, vivono in maniera molto più dignitosa di tanti che si spaccano il sedere per pagare un affitto ogni mese.
PASSO E CHIUDO

11 commenti:

Colei che... ha detto...

Bleah! E successo anche qui, in un paese vicino, e per molto meno: delle persone avvicinavano i senza tetto e li portavano a votare, in cambio di pochissimo denaro. Un'inchiesta giornalistica ha fatto saltare i risultati e si e' riandati al voto, ma molti cittadini hanno denunciato irregolarita' anche per la seconda tornata... :(

Per il resto, lasciati i fare i COMPLIMENTI a te e a tutto il popolo sardo per l'affluenza e i risultati del referendum contro il nucleare! Bravissimi! :D

Gio ha detto...

Ma possibile che non si riesca a riprendere con una microcamera questo mercato e fare una bella denuncia?

Che tristezza sapere che la partita è truccata!

E chi accetta l'obolo ... possibile non capisca che chi paga ora incasserà domani, e dopo domani, e il giorno dopo ancora?

Ciao :-)

Gio

Niente Barriere ha detto...

Mi auguro che qualcuno porti uno stralcio di prova su quanto tu hai raccontato, nei prossimi giorni. Questo mercato del voto è davvero un obbrobrio ... sottolineo il fatto che di solito queste cose, si ha notizia, accadono solo ed esclusivamente in alcune poche realtà italiane, dove la criminalità la fa da padrona, ed ora invece questi fatti vengono fuori un po dapertutto.
La politica italiana è destinata al default molto presto, ecco l'ennesimo motivo per cacciare via tutti ... mi auguro ...

Barbara T ha detto...

I coruttori in galera e ai corrotti togliere il diritto di voto.

Vele Ivy ha detto...

Ma questa è corruzione, è illegale! Anch'io mi auguro che qualcuno riesca a dimostrare la cosa.

Niente Barriere ha detto...

La politica gloria e sguazza dove ce povertà e ignoranza

Pupottina ha detto...

che situazioni assurde !!!
comprendo il tuo sdegno e non comprendo come mai non scattino le denunce per queste cose

Vittoria A. ha detto...

Seguo il tutto da qui ma sono sempre molto perplessa sulle sorti del nostro paese.Che tristezza.

Cucchiaino ha detto...

ma che tristezza. Dà proprio voglia di mollare la lotta e lasciar perdere, tanto... non mi stupisco nè di chi offre i 50€ nè di chi li accetta, e questo mi fa stare ancora peggio. sono diventata cinica?

riri ha detto...

Sai cara che a Napoli per il ballottaggio offrivano cifre da capogiro? Fonti sicure (dalla famiglia)cmq è importante questo primo passo. Un bacio ed un sorriso, sappi che se non mi vedi spesso è perchè non ho una blog-roll ed ogni tanto devo cercarti:-)...Ti abbraccio e manda un pò di sole, qui diluvia da ormai 4 gg.:-(

Pupottina ha detto...

leggeremo Mansfield Park di Jane Austen (dal 20/06 al 15/08)
non mi anticipare di cosa parla perché voglio emozionarmi pagina dopo pagina... eheheheh
anche se l'altro libro lo avevamo letto suddividendolo in tappe e quindi si commentava in corso di lettura... mi piace l'idea di leggere un libro insieme a qualcun'altro proprio per sapere cosa ne pensa. perché mentre lo leggi le emozioni, i pensieri e le aspettative si formano insieme... cambiato libro, si tende a dimenticare il precedente e resta soltanto un vago senso del ricordo...